SPEDIZIONI GRATUITE SOPRA 49€

Pelle sensibile e delicata: come prendersene cura

Pelle sensibile e delicata: come prendersene cura

 

La pelle sensibile è una condizione molto particolare per la quale, prima di prendere qualsiasi decisione, occorrerebbe farsi visitare da un medico. In realtà avere la pelle sensibile non significa avere una patologia ma, al tempo stesso, può essere un chiaro segnale della presenza di un disturbo o di una condizione patologica a cui porre rimedio. Per questo è importante sempre ascoltare il parere di un esperto e, nel caso non vi siano particolari patologie, i nostri consigli ti saranno di aiuto per gestire la tua pelle delicata, ovvero  tendente all’arrossamento, alla couperose e alle irritazioni. 

Dimmi che pelle hai e ti dirò come stai

Per prima cosa occorre distinguere la pelle sensibile vera e propria da un momentaneo disagio dovuto a qualche sostanza chimica o a qualche allergene. Difatti chi ha una pelle sensibile dalla nascita vive una condizione molto diversa da chi manifesta una reazione avversa e momentanea a un cosmetico o a un detergente. 

Per questo il parere dell’esperto è importante e serve a chiarire cosa provoca arrossamento, irritazione o fastidio localizzato. Un altro buon consiglio preliminare che ci sentiamo di darti è quello di ascoltare il tuo corpo e di focalizzarti su quali segnali ti manda rispetto allo stile di vita che conduci. 

Lo stile di vita è infatti strettamente correlato al benessere di tutto l’organismo. Per questo quando siamo malati, stanchi o stressati anche la pelle ne risente, apparendo più grassa del solito o con un colorito spento e freddo. A volte la sensibilità dipende dallo stress, dal freddo o da una cattiva idratazione per cui anche un semplice lavaggio con acqua tiepida ci fa sentire la cute dolorante, arrossata e irritata. Cosa succede e perché manifestiamo certe sensibilità?

Come riconoscere la pelle delicata

Di norma i sintomi della pelle delicata si manifestano attraverso macchie cutanee, rossore, prurito, irritazioni, desquamazioni, sensibilità e formicolio. Come puoi vedere parliamo di sintomi che potremmo associare ad un gran numero di disturbi tra cui allergie, psoriasi, intolleranze e via discorrendo. Inoltre certi problemi potrebbero verificarsi di punto in bianco, a seguito di stimoli banali come una doccia calda o l’utilizzo della crema viso che usiamo tutti i giorni. Per prima cosa non devi andare in panico ma aiutare la pelle a tornare in salute rimuovendo il prodotto che ha scatenato la sensibilità e seguendo queste semplici regole di cui ti parleremo qui di seguito.

Le tre grandi cause della pelle sensibile

Le persone con la pelle sensibile potrebbero essere interessate da fattori fisiologici, ambientali o ereditari. Per questo ribadiamo di evitare soluzioni fai da te, soprattutto se il disagio diventa dolore persistente e intollerabile. In ogni caso le ragioni per cui la pelle si sensibilizza risiedono in tre grandi filoni di cause

  1. La prima riguarda l’utilizzo di cosmetici non adatti al tuo tipo di pelle che, essendo delicata, mal sopporta l’azione più aggressiva di peeling, scrub, esfolianti e saponi non destinati alla detersione del volto. Lo stesso discorso vale per le tinte, per i make-up scaduti, per le cere e per le creme depilatorie che molto spesso causano reazioni di sensibilità.
  2. Il secondo filone riguarda lo stile di vita squilibrato e comprende fattori come fumo, alcol, raggi UV, stress, smog e ambienti inquinati. A questi aggiungiamo anche i cambiamenti stagionali, uno stile di vita molto sedentario e gli scompensi nutrizionali dovuti ad un’alimentazione non equilibrata. Per esempio se vivi un periodo di particolare tensione e tendi a confortarti con cibo spazzatura o accendendo qualche sigaretta di troppo la tua pelle potrebbe reagire manifestando irritazioni o rossori. Lo stesso vale per un’esposizione solare non protetta o per uno stile di vita sedentario dovuto ad un lavoro statico in un ambiente polveroso, secco o con poco ricambio d’aria. 
  3. Infine ci sono le cause che riguardano l’organismo nel quale rientrano gli sbalzi ormonali dovuti a menopausa e ciclo mestruale. Molte donne soffrono di pelle sensibile soprattutto durante la fase pre-mestruale, quando gli estrogeni diminuiscono e il corpo va necessariamente incontro a qualche scompenso.

Come trattare la pelle sensibile?

Per prima cosa ci vuole molta idratazione e, quindi, ti consigliamo di dare uno sguardo ai nostri consigli per mantenere la pelle idratata a tutte le età. Poi dovrai passare in rassegna le tue abitudini e i cosmetici che usi, eliminando quelli aggressivi che causano gli arrossamenti e le irritazioni. In altre parole dovrai disfarti di tutto ciò che contiene elevate quantità di schiumogeni, parabeni, conservanti e siliconi perché sono gli ingredienti che più tra tutti alterano le barriere protettive della cute che, in una pelle sensibile, sono già di per sé piuttosto fragiline

I cosmetici di cui avrai bisogno devono essere delicati e consentire il ri-equilibro idrolipidico senza aggredire gli strati più superficiali della pelle. In altre parole dovrai scegliere prodotti idratanti e nutrienti oltre a imparare a pulire la cute senza aggredirla. Scrub, cerette e maschere peel-of, per esempio dovranno essere selezionati con molta cura prediligendo quelli confezionati appositamente per pelli sensibili. 

A dire il vero sarebbe preferibile sospenderne l’utilizzo finché la pelle appare visivamente a disagio. Lo stesso discorso vale per bagnoschiuma, shampoo e qualsiasi altro prodotto chimico possa venire a contatto con la tua pelle. Ovviamente dovrai prestare attenzione anche al tuo stile di vita, selezionando con cura ciò che mangi e ricordandoti di idratare il tuo corpo con una certa frequenza.

Detergenti per pelle delicata

Per la detersione scegli solo detergenti senza fragranze, profumi o alcol così da ridurre al minimo le reazioni di arrossamento e irritazione. Evita potassio, dimethicone e silicone e concentrati solo sui detergenti naturali, magari a base di olio di mandorla, latte d’asina o aloe vera. 

Presta attenzione ai saponi e all’acqua troppo fredda o troppo calda e, se possibile, detergi la pelle con oli morbidi e avvolgenti come quello a base si argan. Il tuo obiettivo è quello di preservare il sebo che per le pelli sensibili viene prodotti in minori quantità, lasciando la superficie senza alcuna protezione dagli agenti esterni.

Cosmetici da provare

Per la skin care e il make up scegli prodotti molto idratanti, dotati di protezione dai raggi UV e privi di conservanti chimici. Evita anche nichel e cobalto e orientati su prodotti 100% naturali. Se ti piace truccarti considera che dovrai prestare massima attenzione all’igiene di spugne e pennelli oltre a prediligere cosmetici con texture fluide ma polverose. 

Per la scelta dei nutrienti dei cosmetici ti suggeriamo di prediligere quelli a base di olio e di glicerina, evitando invece petrolati, oli di sintesi e profumi. Seguendo queste poche semplici regole riuscirai a gestire la sensibilità della tua pelle ma se il problema persiste e diventa un disagio insopportabile non esitare a parlarne con il tuo medico di fiducia.


COSMETICI 100% NATURALI